3ª Edizione

Dopo le prime due edizione di “Fart – Fatti urbani” l’associazione, nel 2018, partecipa, vincendo, a un bando del Comune di Cerignola per la realizzazione di un Festival nell’ambito del progetto “La rinascita della Cittadella da Piano delle Fosse al quartiere Ridolfi”, a valere su risorse stanziate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in attuazione del “Piano Nazionale per la riqualificazione sociale e culturale delle aree urbane degradate”.

Nasce così il progetto che vede nel 2020 la terza edizione del “Fart festival”.

Il progetto

Esso prevede la realizzazione azioni finalizzate a promuovere il dialogo sociale e interculturale, l’inclusione e la coesione sociale attraverso la realizzazione di attività artistiche e creative all’insegna della multidisciplinarità utilizzando come volano principale l’arte e la creatività.

Nello specifico prevede la realizzazione di:

  • un concorso artistico
  • un festival
  • una serie di attività formative ed informative sul tema dell’arte e della fruizione culturale.

L’azione principale del progetto consiste nella realizzazione di un festival artistico, della durata di 3 giorni, interamente dedicato al tema della rigenerazione urbana in chiave culturale ed artistica e che vedrà l’esposizione di progetti artistici realizzati da artisti emergenti under 40 nazionali, selezionati per il tramite di un bando pubblico.

Il concorso

Attraverso la pubblicazione di un avviso pubblico saranno selezionati da una giuria di esperti un massimo di 8 progetti artistici che riceveranno un premio di produzione.

Il concorso sarà aperto a giovani creativi, artisti visivi, architetti, designer ed operatori del settore artistico, anche in forma associata, di età compresa tra i 18 ed i 40 anni.

Le opere selezionate e poi prodotte dagli artisti saranno esposte durante la mostra conclusiva che si terrà durante il festival conclusivo presso il Laboratorio Urbano “Officine Fornari” di Cerignola, in programma a Ottobre 2020.

Il concorso sarà lanciato a fine Febbraio e i risultati saranno pubblicati ad Aprile 2020.

I progetti artistici dovranno essere in stretta connessione con il territorio locale ed avranno come tema centrale “il cittadino all’interno della memoria storica”.

Gli artisti avranno anche la possibilità di partecipare ad incontri e seminari sulla storia del quartiere Cittadella che saranno organizzati dal mese di Aprile al mese di Giugno.

Spettatori attivi

Nel periodo antecedente il festival, saranno organizzati laboratori, workshop e seminari finalizzati a creare spettatori attivi e coinvolti.

Durante tali iniziative saranno raccolte idee e contributi utili alla realizzazione del festival finale. Un percorso formativo che avrà come tema centrale lo “Sviluppo del pubblico”, per trasformare quello che viene definito “non pubblico” in “nuovo pubblico” apportando così nuova consapevolezza culturale a livello locale.

Il video

Una delle azioni del progetto prevede la realizzazione di un video promozionale del Piano delle Fosse Granaie e dell’attività di conservazione del grano, attività praticata sino agli anni ’80 dagli sfossatori. Il video, realizzato da giovani professionisti locali, sarà presentato durante il festival conclusivo in programma ad Ottobre 2020.